Free songs

Dimenticato qualcosa?

Presentazione podalica del feto – la Moxa

da / domenica, 14 giugno 2015 / Pubblicato in Articoli, Gravidanza, Parto

Il feto assume spontaneamente una presentazione podalica nel’utero materno nel 3-5% delle gravidanze.
Solitamente in tali casi si esegue il taglio cesareo oppure, in centri particolarmente esperti, si esegue la manovra di rivolgimento manuale del feto per manovre esterne. In questo articolo, volevo analizzare una particolare tecnica chiamata Moxa o tecnica della Moxibustione, ideata e messa in pratica addirittura dai medici tibetani del secolo scorso, in particolare dal maestro medico Jan JubD’ Orje ed il suo discepolo Timare’.
In Italia, a Napoli, il Prof Namkai Norbu Rimpoche’ teneva seminari su tale argomento, portati di conferenza in conferenza e in pubblicazione in tutto il mondo. Tale tecnica consiste nello scaldare un punto del piede denominato V67 corrispondente alla parte esterna della cute del quinto dito del piede. Il riscaldamento avviene bruciando un’erba chiamata Artemisia, capace di mantenere una temperatura di 500-600 gradi a tre centimetri dalla cute del quinto dito del piede. Tale stimolazione produce calore per circa 15 minuti per piede e stimola il feto a posizionarsi correttamente nell’utero materno in vista della nascita. Durante i trattamenti la donna deve massaggiare la pancia nel verso desiderato per il rivolgimento del feto e la terapia va proseguita fino all’avvenuto rivolgimento, ovvero per almeno 15 giorni.
Naturalmente questo trattamento, non esente da rischi per il feto, deve essere seguito ecograficamente dal ginecologo.
La donna avverte il feto muoversi un’ora dopo il trattamento o la notte successiva. Il periodo migliore della gestazione è dalla 32 alla 37esima settimana di gestazione e la percentuale di successi va dal 70 al 90 %.

Tag utilizzati: , , ,

Lascia un Commento

TOP