Free songs

Dimenticato qualcosa?

Fico d’India o Opuntia Ficus Indica

da / domenica, 19 aprile 2015 / Pubblicato in Articoli, Dieta, Lifestyle

Una pianta della famiglia delle cactacee originaria del Messico da dove fu diffusa in Europa per merito dei collaboratori di Colombo nel 1943 e oggi diffusa in tutto il mondo. Per la verità il nome Opuntia compare anche nell’opera di Plinio il Vecchio, tuttavia la pianta che cresceva a quei tempi non ha niente a che vedere con la Opuntia che conosciamo ai giorni nostri, provenendo essa dall’America meridionale.
I cladodi o pale, impropriamente chiamate foglie, costituiscono il fusto della pianta e si raggruppano formando ramificazioni talvolta molto grandi.
L’Opuntia come tutti i cactus delega la funzione clorofilliana al fusto e non alle foglie, che sono piccolissime e si trovano nelle pale giovani.
I cladodi contengono molti oligoelementi (potassio, magnesio, calcio, ferro e silice), sostanze nutritive (fibra grezza e carboidrati) e vitamine (vitamina C e precursori della vitamina A), Il frutto è particolarmente ricco in fibre ed altri nutrienti ed i grassi dello stesso, giunti nello stomaco quando ingeriti, vengono rivestiti da un gel fluido che impedisce il loro completo assorbimento intestinale.
Grazie a queste caratteristiche lipofile l’estratto dalla pianta di Opuntia, la Neopuntia, rivela i suoi benefici sulla salute abbassando i livelli di lipidi nel sangue. Per lunghi trattamenti però la Neopuntia deve essere accompagnata da un trattamento multi vitaminico e comunque non in fase di allattamento.
Per ultimo i fiori possiedono un’azione diuretica ed antispastica sulla muscolatura liscia intestinale.
È da sottolineare, infine, l’attività anti ossidante degli estratti del frutto di questa importante pianta.

Tag utilizzati: , ,

Lascia un Commento

TOP